Racconti

Le attività di Tamino incontrano un'evidente difficoltà. Come possiamo raccontare all'esterno ciò che avviene in ospedale? La delicatezza dei pazienti, la complessità delle malattie e dei casi clinici, le nostre convinzioni profonde ci impongono di tutelare le situazioni che i musicoterapisti vivono ogni giorno, garantendo la massima riservatezza. Al tempo stesso, un obiettivo dell'associazione è quello di far comprendere all'esterno il valore della musica in un reparto. Non possiamo far vedere ciò che accade. Possiamo però raccontare le emozioni che si provano ad operare in un simile contesto. La prima cosa che scopre un genitore con un bambino in ospedale è che la vita cambia radicalmente. Le priorità si trasformano, paure e speranze si trovano spesso a convivere. Vivere l'ospedale è un'esperienza complessa anche per i musicoterapeuti. Per questo l'associazione ha affidato ad ognuno di loro il "diario di bordo", un piccolo quaderno sul quale potranno scrivere i loro pensieri, le loro emozioni e le esperienze vissute durante le attività. In questa pagina saranno pubblicati alcuni brani estratti dai diari.

In primo piano