Progetto Tamino: nuovi strumenti musicali per i bambini del Gozzadini.

27/07/2016

L’istituto “Enrichetta Trentini” ha scelto di sostenere i laboratori di musicoterapia di Tamino con una donazione. 

 

Era il 1770 quando una delle menti più straordinarie del mondo della musica, l'appena quattordicenne Wolfgang Amadeus Mozart, si fermò a Bologna e venne ospitato nella prestigiosa Villa Gandolfi, sede storica dell’Istituto “Enrichetta Trentini”. Dopo più di due secoli, la musica si intreccia nuovamente con l'Istituzione bolognese, oggi divenuta Fondazione, da sempre impegnata a tutela del mondo dell’infanzia. La Fondazione ha infatti deciso di sostenere i laboratori Tamino, organizzati dall'Associazione Mozart14, nei reparti di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale, Oncologia e Chirurgia Pediatrica del Policlinico Sant'Orsola di Bologna: per farlo, ha donato un proprio contributo che permetterà l'acquisto di nuovi strumenti musicali per i piccoli pazienti del Gozzadini.

Le attività di musicoterapia costituiscono un fondamentale aiuto e sostegno per i piccoli pazienti e le loro famiglie. La Fondazione ha dunque riconosciuto l'importanza del progetto e ha deciso di sostenerlo: “La nostra è una realtà dalla tradizione antica e consolidata – ha spiegato il presidente della Fondazione, Daniele Falavigna – da sempre l’Istituto si è occupato della cura dei bambini in difficoltà, abbiamo quindi scelto di sostenere il Progetto Tamino di Mozart14 proprio donando strumenti che saranno utilizzati dai musicoterapeuti durante le loro attività”.

All'inizio della sua formazione, la Fondazione Enrichetta Trentini si impegnò nell'ospitare e sostenere gratuitamente i bambini bolognesi affetti da rachitismo e prerachitismo in condizioni economicamente disagiate. Allevò inoltre ragazzi e ragazze che per ragioni fisiche e ambientali si dimostravano più facilmente predisposti all'infezione tubercolare.

Negli anni, visto il miglioramento delle condizioni sanitarie del nostro Paese, questa attività fu sospesa, ma la Fondazione continua ancora oggi ad interessarsi alle tematiche dell'infanzia con una presenza costante ed un lavoro silenzioso ed efficace.
Il sostegno di una Fondazione come quella di Enrichetta Trentini, che ha lavorato a lungo per la cura e il benessere dei bambini, da ancora maggior valore alle attività si musicoterapia che Mozart14 svolge quotidianamente negli ospedali.